“Assistenti civici”: un “inverecondo pastrocchio”?

Cara Collega, caro Collega,                                               il volontariato di Protezione Civile, costituito negli anni 90, per la prima volta nella sua storia ha alzato la testa ed ha unanimemente espresso la propria intolleranza  avverso un’annunziata ordinanza che è stata definita dal Presidente del Comitato … Continua a leggere “Assistenti civici”: un “inverecondo pastrocchio”?

Cent’anni fa nasceva lo Stato Libero del Carnaro

Al termine della Grande Guerra, la situazione europea era catastrofica, con intere aree da bonificare dagli effetti del conflitto, la disoccupazione dilagante a seguito del termine delle forniture per gli eserciti; l’indebitamento europeo alle stelle, generi alimentari scarsissimi; mutilati, invalidi, orfani e vedove in proporzioni enormi e senza assistenza; le promesse di guerra disattese sia per i vinti che per i vincitori, essendo impossibile per … Continua a leggere Cent’anni fa nasceva lo Stato Libero del Carnaro

Il volontariato di Protezione Civile alza la testa: no alla costituzione di 60.000 “assistenti civici”.

Cara Collega, caro Collega,                                               il volontariato di Protezione Civile, che in questi mesi ha lavorato in silenzio con impegno ed  abnegazione, ha alzato la testa in rappresentanza di quasi un milioni di volontari e, per la prima volta da anni , il Comitato Nazionale … Continua a leggere Il volontariato di Protezione Civile alza la testa: no alla costituzione di 60.000 “assistenti civici”.

Epidemie e luoghi di culto, un po’ di storia

Con il XV secolo, nelle zone italiane andò trasformandosi il tessuto plebanale con l’affrancamento delle chiese rurali dalle pievi, e la loro assunzione dell’autonomia parrocchiale. La Serenissima, che dominava i territori del Nord Italia, favoriva la creazione di nuove realtà religiose, in modo da poter siglare con loro nuove alleanze locali. L’organizzazione plebanale aveva retto per tutto il Medioevo, garantendo il controllo del territorio con … Continua a leggere Epidemie e luoghi di culto, un po’ di storia

Il virus ha fulminato anche la riforma dell’informazione. A quando la “Fase 2” per la riforma dell’informazione?

Come un fulmine a ciel sereno il virus è caduto sul nostro Paese, sul Parlamento, sulla vita politica, sul nostro lavoro e sulla nostra vita quotidiana, cogliendo impreparato il nostro Paese tanto dal punto di vista medicale, quanto dal punto di vista legislativo. Il piano nazionale pandemico italiano non e’ stato più aggiornato dal 2010. Dal punto di vista medicale il piano nazionale contro l’epidemia … Continua a leggere Il virus ha fulminato anche la riforma dell’informazione. A quando la “Fase 2” per la riforma dell’informazione?

Duecento anni di buona cucina

Nell’agosto 1820, duecento anni fa, nacque Pellegrino Artusi, l’autore de “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, caposaldo della letteratura gastronomica italiana, datato 1891. Pellegrino Artusi, nato nell’allora Stato Pontificio, aveva ricevuto studi irregolari perché il padre lo voleva avviare all’attività familiare di commerciante e, secondo lui, per quel lavoro non servivano tanti studi. Artusi non fu d’accordo con quel punto di vista, … Continua a leggere Duecento anni di buona cucina

Stop al “Foglio rosa” per gli aspiranti pubblicisti? Il Ministero vigilante chiede all’OdG di emendare le linee guida che lo prevedono, dopo l’esposto dei Consiglieri Nazionali Angelo Baiguini e Santino Franchina.

Cara collega, caro collega, con lettera datata 3 aprile  2020 il Ministero vigilante, e’ intervenuto, dando riscontro all’esposto al Ministero vigilante “per gli opportuni provvedimenti che riterrà necessari” del 10 febbraio scorso, dei Consiglieri Nazionali Angelo Baiguini e Santino Franchina, avverso nuova procedura decisa  dal Consiglio Nazionale  del’Ordine dei Giornalisti (CNOG) per diventare pubblicisti, il cosiddetto “foglio rosa”.   Il Ministero ha invitato “il Consiglio nazionale ad … Continua a leggere Stop al “Foglio rosa” per gli aspiranti pubblicisti? Il Ministero vigilante chiede all’OdG di emendare le linee guida che lo prevedono, dopo l’esposto dei Consiglieri Nazionali Angelo Baiguini e Santino Franchina.

Lettera aperta della FNGPI al Presidente dell’Ordine, Carlo Verna: e’ obbligatoria dal 1 settembre 2020 la nuova procedura per diventare giornalista pubblicista, anche se non prevista dalla legge?

Il Consiglio Direttivo della Federazione Nazionale Giornalisti Pubblicisti Italiani (FNGPI), riunitosi telematicamente venerdi’  3 aprile 2020 alle ore 14, ha deciso all’unanimità  di inviare la seguente lettera aperta di richiesta di chiarimento al Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna, con copia per conoscenza ad Alfonso Buonafede, quale Ministro del Ministero vigilante.   LETTERA APERTA DELLA F.N.G.P.I.   All’illustre Collega Carlo Verna Presidente … Continua a leggere Lettera aperta della FNGPI al Presidente dell’Ordine, Carlo Verna: e’ obbligatoria dal 1 settembre 2020 la nuova procedura per diventare giornalista pubblicista, anche se non prevista dalla legge?

L’INPGI stanzia fondi a favore dei giornalisti autonomi danneggiati per la contrazione dell’attivita’ dall’emergenza sanitaria COVID-19: un assegno una tantum di 500 Euro.

Si legge su INPGI Notizie del 27 marzo 2020 che l’ Istituto ha stanziato  42 milioni di euro in favore dei giornalisti autonomi danneggiati dall’emergenza sanitaria da COVID-19. Si rimanda ad una lettura integrale del testo pubblicato su  INPGI Notizie del 27 marzo 2020    per  avere una visione completa della possibilita’ di utilizzo di questi fondi da parte dei giornalisti autonomi ed in particolare … Continua a leggere L’INPGI stanzia fondi a favore dei giornalisti autonomi danneggiati per la contrazione dell’attivita’ dall’emergenza sanitaria COVID-19: un assegno una tantum di 500 Euro.

#iorestoacasa: stare a casa e’ bello, ma e’ meglio non da soli. Dal volontariato il suggerimento di usare un’app: CBTalk

Cara Collega, caro Collega, in un momento come questo ove la maggior parte dei cittadini è chiamato a contribuire, come ciascuno puo’, a contrastare la diffusione del coronavirus e #iorestoacasa è diventato lui stesso virale. Un’associazione Nazionale di volontariato di Protezione Civile, FIR-CB (www.fircb.org), ha promosso un’iniziativa a sostegno di questa campagna, che la puo’ agevolare perché consente di restare si a casa, ma con i … Continua a leggere #iorestoacasa: stare a casa e’ bello, ma e’ meglio non da soli. Dal volontariato il suggerimento di usare un’app: CBTalk