“Tacabanda!” meglio Carosello che i “TacaBANDI” vergognosi di oggi

“Tacabanda!”. Per chi la ricorda ancora, questa era l’esclamazione durante Carosello di un simpatico “one man band” che, controvoglia, girava il mondo destreggiandosi per sopravvivere. Una modalità di vita quasi simmetrica alla realtà del giornalista contemporaneo. Direte voi: “Che c’entra tacabanda?”. Semplice, parafrasando quest’esclamazione e trasformandola in “TacaBANDI”, proviamo a svelarvi l’arcano. Innanzitutto diciamo che anche il giornalista è una sorta di “one man band”, … Continua a leggere “Tacabanda!” meglio Carosello che i “TacaBANDI” vergognosi di oggi